La bio-rivitalizzazione: per una pelle giovane e bella

  • Autore: DONESANA DOTT. PAOLO MARIO
  • 08 mag, 2017
Donna si tocca la guancia

Tra i fattori d’invecchiamento della pelle, oltre alla perdita di elasticità dovuta all’avanzare dell’età, rientrano anche i danni causati dai raggi ultravioletti e dagli agenti atmosferici, che incidono sulla formazione di macchie e rughe di viso, corpo e mani.

Per evitare di ricorrere ai classici interventi di chirurgia estetica, di recente è stata sviluppata una tecnica innovativa di ringiovanimento epiteliale, denominata bio-rivitalizzazione, che ha lo scopo di prevenire e combattere i segni dell'invecchiamento, favorendo la rigenerazione cellulare e la formazione di collagene, il materiale che rende la pelle morbida ed elastica.

In questa sede cercheremo di capire in che cosa consiste tale tecnica e quali impatti ha sulla pelle del nostro viso.

Materiali biocompatibili per stimolare il ringiovanimento cellulare

La bio-rivitalizzazione consiste nella micro-iniezione, mediante aghi sottilissimi e minimamente invasivi, di sostanze biocompatibili e totalmente riassorbibili, allo scopo di stimolare la riattivazione del derma, ovvero la parte della cute in cui è insito l’acido ialuronico.

Questa sostanza è il principale elemento strutturale del tessuto connettivo, e mediante la sua iniezione intradermica si contribuisce alla rigenerazione dei tessuti, favorendo il riempimento di rughe e la generale elasticità dei tessuti.

Durata e scopo del trattamento

Questa tecnica è particolarmente indicata per le guance, le zone attorno agli occhi e per il collo, che risultano essere le regioni epiteliali più soggette ad invecchiamento e alla formazione di rughe.

Per quanto riguarda il numero delle sedute, già in tre o quattro visite si possono avere risultati apprezzabili, anche mediante l’iniezione di altre sostanze quali amminoacidi e vitamine, che servono comunque a combattere i radicali liberi, ossia i principali responsabili del degrado cellulare.

Il metodo  PRP: una tecnica che sfrutta le sostanze già presenti nel sangue

In alternativa alle iniezioni di acido ialuronico si può procedere mediante il metodo PRP, che prevede l’utilizzo del plasma e del materiale piastrinico presente nel sangue del paziente stesso. In questo modo non vi sarà alcun rigetto o reazione allergica.

Il metodo prevede la centrifuga del sangue che viene prelevato dal soggetto e depurato dalle altre sostanze non necessarie; successivamente si utilizzerà il concentrato piastrinico e il plasma centrifugati per re-immetterlo nel derma, stimolando la produzione di collagene e di sostanze idratanti.

Dopo la loro iniezione, le piastrine e il plasma andranno a stimolare vari fattori di crescita cellulare, sostenendo la rigenerazione dei tessuti e ripristinando l’elasticità dell’epidermide.
Autore: DONESANA DOTT. PAOLO MARIO 03 nov, 2017
Tra le tecniche di medicina estetica più efficaci e richieste vi è l’applicazione in varie zone del corpo dei cosiddetti filler, ossia sostanze liquide riempitive utilizzate principalmente per ridurre gli inestetismi della pelle causati dall’invecchiamento cellulare.
Autore: DONESANA DOTT. PAOLO MARIO 13 ott, 2017

Per mantenere la propria pelle tonica, elastica e sana, una buona idratazione è una condizione imprescindibile, per il semplice fatto che essendo composta da varie tipologie di tessuti, l’assorbimento di liquidi e sali minerali ne aumenta le proprietà protettive, garantendo la loro nutrizione e il corretto funzionamento.

Ma oltre all’acqua e ai sali minerali in essi contenuti, sono molte le sostanze di cui il nostro corpo necessita per mantenere la pelle giovane, bella e soprattutto sana.

Ecco quindi un breve excursus circa gli alimenti da consumare per una pelle perfetta sia dal punto di vista estetico che da quello funzionale.
Autore: DONESANA DOTT. PAOLO MARIO 05 set, 2017
I capelli costituiscono una parte del nostro aspetto esteriore a cui prestiamo molta attenzione. Sia gli uomini che le donne tendono a curare molto i capelli, che sono soggetti a diversi tipi di stress. Mantenerli belli e in salute ci aiuta anche a livello psicologico. Oltre allo stress ci sono diverse patologie o problematiche che possono colpire i capelli, come l’alopecia, cadute o calvizie. Per far fronte a tutto ciò interviene la scienza.
Autore: DONESANA DOTT. PAOLO MARIO 16 ago, 2017

L’ossigeno-ozonoterapia è una terapia basata sulle applicazioni di ozono medicale e ossigeno, in grado di produrre diversi benefici per l’organismo andando ad alleviare una serie di patologie, tra le quali rientrano cellulite, acne, infezioni, ustioni, ma anche altre più serie, tra cui artrosi, ernia del disco, emorroidi, osteoporosi, ulcere, flebiti e fibromialgia. L’origine dell’ossigeno-ozonoterapia risale al 1857 in Germania, quando Weiner Von Siemens costruì il primo tubo a induzione per distruggere i microrganismi nocivi. Successivamente, anche il chimico Justus Von Liebig continuò gli studi per l’utilizzo di questo gas sul corpo umano.

L’ozonoterapia, attraverso le proprietà dell’ozono, in combinazione con quelle dell’ossigeno, potenzia la capacità di difesa del nostro organismo, contrastando l’azione dei radicali liberi, i principali responsabili dell’ossidazione dei tessuti del corpo umano e dell’invecchiamento delle cellule. L’ozono medicale contribuisce alla circolazione del plasma nei tessuti, favorendo il rilascio dell’ossigeno. Questo processo agisce come antinfiammatorio e analgesico, oltre a incrementare la risposta immunitaria e a favorire un effetto battericida.

Autore: DONESANA DOTT. PAOLO MARIO 06 lug, 2017
L'agopuntura fa parte della tradizione della medicina cinese, ed è stata importata anche in occidente a partire dal diciassettesimo secolo. La sua natura benefica, seppure spesso messa in discussione dalla medicina tradizionale, è stata provata da un numero sempre crescente di pazienti, i quali hanno tratto benefici da questa antica tecnica rivitalizzante, della quale parleremo in maniera più approfondita a breve.
Autore: DONESANA DOTT. PAOLO MARIO 21 giu, 2017
Due tipologie di medicine tradizionali dalle origini millenarie sono quella cinese e quella thailandese, le quali presentano numerosi punti di connessione tra loro, e delle quali cercheremo in questa sede di parlare in maniera semplice, delineandone i principi basilari.
Autore: DONESANA DOTT. PAOLO MARIO 08 mag, 2017

Tra i fattori d’invecchiamento della pelle, oltre alla perdita di elasticità dovuta all’avanzare dell’età, rientrano anche i danni causati dai raggi ultravioletti e dagli agenti atmosferici, che incidono sulla formazione di macchie e rughe di viso, corpo e mani.

Per evitare di ricorrere ai classici interventi di chirurgia estetica, di recente è stata sviluppata una tecnica innovativa di ringiovanimento epiteliale, denominata bio-rivitalizzazione, che ha lo scopo di prevenire e combattere i segni dell'invecchiamento, favorendo la rigenerazione cellulare e la formazione di collagene, il materiale che rende la pelle morbida ed elastica.

In questa sede cercheremo di capire in che cosa consiste tale tecnica e quali impatti ha sulla pelle del nostro viso.
Share by: